Chi cammina talvolta cade

Chi cammina talvolta cade

Chi cammina talvolta cade

Non è certamente semplice ricominciare dopo un lutto, dopo la fine di una relazione o quando si perde il lavoro ma non reagire per paura del cambiamento è "come trascorrere la propria vita chiusi in bagno". La felicità bussa alla porta ma tu piangendo le dici che non vuoi uscire.

Non sempre le cose vanno come vorremmo ma quello che appare come la fine spesso è solo una nuova opportunità per ricominciare cambiando ciò non ci piace.

Nulla è per sempre, tutto cambia e non siamo sfortunati perché stiamo provando dolore. Ci sono perdite che fanno male e si vede solo l'aspetto negativo. Ma con il tempo tali difficoltà possono diventare il trampolino di lancio per situazioni più appaganti.

La vita è bellissima.....

Ma in alcuni momenti può apparire come un percorso ad ostacoli ricco di sfide molto dolorose. Possiamo improvvisamente ritrovarci vicino a qualcuno che amiamo che sta lottando contro qualcosa e soffre. Vorresti assorbire parte del suo dolore per rendergli l'esperienza meno difficile.

Non si mai come reagire quando ci si trova al fianco di una persona amata che sta male, capita spesso di pensare che la cosa migliore sia stare zitti, perché far riemergere il problema potrebbe risultare anche più doloroso o semplicemente si ha paura di dire qualcosa di sbagliato.

Ma stare zitti in realtà non serve a nulla. Meglio parlare e dire qualcosa di inadatto.

Riconosciamo a questa persona il diritto di essere triste, arrabbiata, in colpa. Piangere ha una funzione molto precisa nel nostro organismo, è il metodo con il quale il cervello scarica fuori le emozioni dolorose per evitare che si accumulino nel nostro corpo.

Come ci si rialza?

Così su due piedi mi viene in mente una frase di Ernest Hemingway che ovviamente sono andato a ricercare perché non ricordo a memoria.

L'uomo non è fatto per la sconfitta. Un uomo può essere distrutto, ma non sconfitto. Ora non è tempo per pensare a ciò che non hai, pensa a quello che puoi fare con quello che c'è.

Dott Fabio Francesconi - Farmacista Afarma.it

 

Tutti i commenti

Lascia un commento