Vermi Intestinali: Trasmissione e Sintomi

Vermi Intestinali: Trasmissione e Sintomi

  • /

Vermi Intestinali: Trasmissione e Sintomi

Spesso si pensa che i parassiti intestinali siano pochi diffusi ma in realtà si sta commettendo una grave disattenzione, è stato stimato che ci sono almeno 3 miliardi di persone nel mondo che soffrono di questo problema e non tutte vivono nei paesi del Terzo Mondo.

Le Vie di Trasmissione

Anche se non ce ne accorgiamo gli ossiuri intestinali sono normalmente presenti negli ambienti in cui viviamo dove la loro diffusione è facilitata da persone infette, cani e gatti. Il contagio avviene semplicemente ingerendo le uova di questi organismi, toccando una superficie infetta e poi portando le mani alla bocca. È necessario prestare particolare attenzione all’ingestione di carni crude o poco cotte.

Le uova viaggiano fino all’intestino dove si schiudono e si trasformano in ossiuri, i famosi parassiti intestinali. Nell’intestino le femmine migrano verso l’ano dove depongono le uova.

Ma quali sono i danni creati dai parassiti intestinali?

Questi piccoli vermi impediscono che i nutrienti ingeriti con il cibo vengano assorbiti nel modo corretto dal nostro intestino e rallentano l’eliminazione fisiologica delle tossine. Nel tratto gastrointestinale possono svilupparsi delle gravi infezioni che impediscono al cibo di fluire nel modo corretto.

I 5 Segnali che possono indicare la presenza di Parassiti nel nostro intestino

  1. Fame continua che non si placa nemmeno dopo aver mangiato
  2. Prurito acuto intorno al retto e ad altre parti del corpo
  3. Presenza di sangue nelle feci
  4. Nausea frequente e Vomito
  5. Depressione ed Ansia

I rimedi Naturali contro i Parassiti Intestinali

Nel caso venga diagnosticata una parassitosi intestinale la soluzione migliore è il trattamento farmacologico da concordare con il proprio medico curante, nei casi più lievi i vermi intestinali possono essere eliminati con un mix di rimedi naturali:

  • Trattamenti Erboristici: gli estratti più efficaci includono l’aglio, i semi di zucca, le noci, la menta e i chiodi di garofano. Questi possono essere assunti tramite appositi integratori o semplicemente ingeriti con la normale alimentazione.
  • Fermenti lattici: il giusto mix di probiotici permette di rinforzare il nostro intestino rendendolo meno ricettivo all’attacco dei parassiti
  • Zinco, Vitamina C, Echinacea: oltre alla terapia fitoterapica antiparassitaria si può affiancare un’integrazione con estratti vegetali immunostimolanti. Difatti è stato ampiamente dimostrato che un sistema immunitario sano impedisce con più facilità le infestazioni parassitarie.DOTT. FABIO FRANCESCONI

    Dottore in Farmacia

X