SMETTERE DI FUMARE: 8 BENEFICI REALI

SMETTERE DI FUMARE: 8 BENEFICI REALI

  • /

Smettere di fumare è una missione impossibile?

Smettere di fumare non è così semplice come pensano molti non fumatori, ma deve diventare un reale obbiettivo perché le sigarette sono un agglomerato di sostanze cancerogene e dobbiamo assolutamente farne a meno.

Il fumo di sigaretta produce più di 4000 sostanze

Di queste 4000 sostanze almeno 80 possiedono attività cancerogena, ovvero possono dar vita a tumori. Con ogni “tiro” si inala:

  • Catrame: un mix di sostanze cancerogene per uomo e animali tra le quali il benzene (uno dei più potenti cancerogeni)
  • Monossido di carbonio: questa sostanza diminuisce l’ossigenazione dei tessuti, è sufficiente questa frase per capire i danni che può creare. Un tessuto che non riceve ossigeno è un tessuto morto.
  • Nicotina: è la responsabile della dipendenza e degli effetti sul cervello del fumo. Come vedremo più avanti basta qualche giorno per eliminarla completamente dal corpo.
  • Ammoniaca, Arsenico, Acido Cianidrico, Nitrosamine, Sostanze radioattive.

Le varie sostanze miscelate fra di loro provocano effetti dannosi più gravi della sostanza presa singolarmente.

Cosa succede quando decidiamo di smettere di fumare?

I benefici sono tantissimi, ma abbiamo deciso di fare una classifica dei primi 8, così per indurvi già da domani a smettere.

  1. La Pressione tende a ritornare a livelli normali. Questo effetto appare già dopo 20 minuti, perché è proprio la nicotina ad indurre un innalzamento dei battiti cardiaci e della pressione. Ripetiamo: già dopo 20 minuti, pensate quindi all’effetto dannoso che può avere una sola sigaretta.
  2. Il sangue inizia a ripulirsi dal monossido di carbonio accumulato, questo gas inodore si forma nei processi di combustione ed è un classico del fumo di sigaretta. Ma cosa fa il monossido di carbonio nel nostro corpo? Si lega all’emoglobina diminuendo la capacità di assorbimento dell’ossigeno.
  3.  Dopo 2 giorni si inizia a tossire: è buon segno, il corpo vuole pulirsi dalle tossine prodotte dal catrame presenti nell’albero respiratorio. Noterai che tende a svilupparsi più catarro che funge da fluidificante e da tramite per la fuoriuscita delle tossine.
  4. La nicotina scompare dal nostro organismo: dopo soli 2 giorni questa sostanza viene eliminata dal corpo insieme ai suoi dannosi sottoprodotti. Le parti del sistema nervoso alterate dalla nicotina iniziano a ripararsi.
  5. Le papille gustative riprendono sensibilità: dopo circa 48 ore riprendiamo a sentire i sapori ed a gustare a pieno i nostri cibi preferiti, le papille gustative dei fumatori sono infatti più appiattite e meno sensibili. In alcuni fumatori incalliti però questi danni potrebbero diventare irreversibili.
  6. Diminuisce il rischio di contrarre il diabete: la nicotina interferisce direttamente con la produzione di insulina, solamente dopo un mese questo effetto svanisce e smettere di fumare ristabilisce i normali livelli di glucosio nel sangue.
  7. Dopo 9 mesi cessa del tutto la tosse: i polmoni iniziano finalmente il loro processo di pulizia e le ciglia che rivestono le vie respiratorie iniziano a riformarsi. Queste ciglia sono molto importanti per il sistema respiratorio poiché portano le impurità e i detriti all’esterno.
  8. Dopo 15 anni scompare totalmente il rischio di infarto: è un tempo lunghissimo ma il tutto può tornare in condizioni normali, il rischio di infarto diviene lo stesso di chi non ha mai fumato (a parità ovviamente di stile di vita).

Ricorda di avere cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere.

Dott. Fabio Francesconi

Vuoi scoprire i prodotti da utilizzare per darti una mano per smettere di fumare?

Scritti da noi:

 

 

X