I PERICOLI DEL SOLE: LE 5 REGOLE FONDAMENTALI

I PERICOLI DEL SOLE: LE 5 REGOLE FONDAMENTALI

  • /

I PERICOLI DEL SOLE: LE 5 REGOLE FONDAMENTALI

I pericoli del sole sono molteplici, oramai da diversi anni veniamo costantemente tartassati sui rischi di un’esposizione solare poco controllata. Quante volte abbiamo sentito:

  • non esporti al sole nelle ore più calde
  • utilizza sempre una protezione solare
  • bevimolta acqua

Ma il sole è davvero così dannoso? Senza se e senza ma la risposta è SI.

A dirla tutta la tintarella è benefica per il nostro organismo: evita la depressione poiché stimola il rilascio di ormoni che vanno ad innalzare i livelli del nostro umore.

Allora cosa fa male alla nostra pelle?

I pochi accorgimenti che spesso dimentichiamo. Abbiamo deciso di racchiuderli in cinque regole che, se rispettate, aiutano ad evitare i danni provocati dal sole.

  1. Fai attenzione al tuo fototipo. 
    L’abbronzatura è il metodo con cui il nostro corpo cerca di proteggersi dal sole, difatti la produzione di melanina ha la funzione di impedire l’azione dannosa dei raggi ultravioletti assorbendo la loro energia.
    Ma non tutte le persone reagiscono allo stesso modo all’esposizione solare, è proprio per questo motivo che è fondamentale ragionare sul proprio fototipo: in particolar modo sul colore e sulla sensibilità della nostra pelle. Capito questo punto possiamo prendere tutti gli accorgimenti necessari per proteggerci.
  2. Non esponetevi nelle ore più calde.
    Quante volte abbiamo sentito questa frase al telegiornale? Tantissime. Ma lo facciamo?
    Sarebbe opportuno non esporsi nelle ore più calde già nei mesi di Maggio e Giugno. In particolar modo per ore più calde si intende fra le 11 e le 16, ovvero quel frangente della giornata dove il sole è più alto e i raggi ultravioletti arrivano alla pelle con una intensità più elevata. I pericoli dell’esposizione sono già tanti, se lo si fa negli orari non indicati il rischio raddoppia.

  3. La scelta della protezione solare. 
    La scelta della protezione solare dovrebbe essere fatta in base al proprio fototipo:
    a) Fattore 50+, protezione molto alta per fototipo 1 e 2.
    b) Fattore 50+ e 30+: protezione alta per fototipo 2 e 3.
    c) Fattore da 25+ a 15+: protezione media per fototipo 3, 4 e 5.
    d) Fattore 10 e 6: protezione bassa riservata a fototipi 5 e 6.i pericoli del sole
    Scopri l’ampia gamma di solari su AFARMA.IT:
    –  Viso
    –  Corpo
    Per i tuoi bambini
  4.  La prudenza non è mai troppa se vuoi stare alla larga da i pericoli del sole
    Nel  primo giorno di esposizione solare è buona regola non esporsi per più di 45 minuti, questo rappresenta un chiaro metodo per fornire alla nostra pelle un input alla produzione di melanina.
    Il secondo giorno esporsi per non più di 2 ore consecutive.
    Dal terzo giorno in poi l’esposizione non andrebbe prolungata oltre le tre ore consecutive.
    Questo meccanismo non solo aiuta a proteggere la pelle dai danni dei raggi ultravioletti ma permette di ottenere un’abbronzatura più dorata e intensa.
  5.  Idratare la pelle
    Oltre alle creme idratanti e lenitive esiste un altro metodo altrettanto efficace che agisce idratando la pelle dall’interno: l’assunzione di acqua.
    L’acqua è un ingrediente fondamentale nella stagione estiva, è indispensabile aumentarne l’assunzione per limitare la secchezza cutanea e permettere all’organismo di proteggersi in modo opportuno dalle aggressioni dei raggi ultravioletti.
    Un corpo disidratato è un corpo debole

Queste semplici regole dovrebbero essere applicate da tutti, adulti e bambini, potrebbero “salvarti la pelle!”

 

X