Disintossicarsi: un buon proposito!

Disintossicarsi: un buon proposito!

  • /

DISINTOSSICARSI: UN BUON PROPOSITO!

Gli eccessi culinari ci hanno lasciati appesantiti, abbuffate e brindisi hanno messo a dura prova il nostro fegato. Il fegato può essere considerato l’organo “filtro” del nostro corpo: tutto ciò che mangiamo passa attraverso quest’organo, che lo filtra e lo metabolizza. Quando assumiamo più cibo di quello necessario per mantenere le funzioni basilari del nostro organismo, il surplus calorico viene depositato nelle cellule del nostro tessuto adiposo che si dilatano. Questi adipociti ipertrofici producono una serie di ormoni, chiamati adipochine, che innalzano la probabilità di sviluppare patologie croniche come il diabete mellito di tipo 2 o patologie cardiovascolari. Quindi, concluse le grandi cene dell’ultimo periodo, è tempo di disintossicare il nostro corpo.

COSA MANGIARE PER DISINTOSSICARSI?

Per farlo, innanzitutto consumiamo in abbondanza frutta, verdura, cereali integrali e legumi; questi cibi salutari non vanno aggiunti alla dieta abituale ma devono sostituire i prodotti raffinati e quelli di origine animale.

Infatti, un’alimentazione ricca in verdure, frutta, cereali integrali, legumi, semi oleosi, frutta secca ci fornisce fibre vegetali (la fibra alimentare facilita il raggiungimento del senso di sazietà, in quanto contribuisce ad aumentare il volume del cibo ingerito e a rallentare lo svuotamento dello stomaco), vitamine (vitamina C, E, complesso B, folati, beta-carotene), sali minerali (selenio, magnesio, manganese, potassio, calcio) con potenziali attività antiossidante, antitumorale  e antiinfiammatoria.

Devono essere privilegiati cereali integrali, biologici e di buona qualità. Ricordiamo infatti che i cibi integrali hanno ancora la parte esterna intatta ed è proprio a questo livello che tendono ad accumularsi le sostanze tossiche utilizzate nei processi di coltivazione o provenienti dalle piogge acide.

Inoltre una corretta idratazione è indispensabile per mantenere uno stato di salute ottimale: dovremmo quindi consumare ogni giorno un litro e mezzo di acqua (anche sotto forma di tisane) lontano dai pasti. Idratare infatti equivale a rigenerare il fisico dal punto di vista cellulare, contrastando i radicali liberi dati dagli eccessi.

DOTT.SSA  SERENA FRANCESCONI

BIOLOGA NUTRIZIONISTA

 

X